Oggi volevamo parlarvi di un trattamento per il viso antiage, si tratta di UNIQA DNA (Definitive Natural Antiage).

uniqa dna myfloreschic

UNIQA DNA è frutto della ricerca più avanzata della cosmesi di ultima generazione. In un elegante cofanetto viola sono racchiusi dei trattamenti monodose.

UNIQA DNA è adatto per la cura del viso e del décolleté.  È consigliata l’applicazione per periodi di 1-2 mesi, almeno due volte all’anno.

Il danno provocato dall’esposizione ai raggi UVA e UVB, prima ancora di manifestarsi nei segni tipici del foto invecchiamento, si accumula nel DNA cutaneo. Questo causa la distruzione del collegene e l’alterazione del tono cutaneo.

Un equilibrato connubio di enzima fotoliasi, estratti naturali ed un fattore di protezione solare, garantiscono una triplice azione di difesa per la pelle. In un unico gesto ripara il danno cellulare foto indotto. Contrasta i segni dell’invecchiamento. Protegge la pelle da nuovi attacchi. Ripristina la normale produzione di collagene, aiutando a mantenere il tono cutaneo.

UNIQA DNA, come detto sopra, utilizza la fotoliasi un enzima estratto da plancton marino, capace di riparare i danni dovuti all’esposizione al sole. Si attiva in presenza di una minima fonte di luce, anche artificiale.

Grazie al principio DN-Age, estratto da una pianta tropicale, Senna Alata, contribuisce a contrastare efficacemente la perdita di elasticità, gli ispessimenti e le macchie della cute.

Possiede inoltre un fattore di protezione solare 30/UVB  e 10/UVA.

Cosa ne pensiamo di Uniqa DNA

Abbiamo provato questo trattamento per un intero ciclo. Il prodotto si presenta in un cofanetto cartonato contenete 30 fiale.

uniqa dna monodose myfloreschic

Questa è la prima cosa che ci ha colpito favorevolmente. Facile da trasportare. Contiene la giusta dose di prodotto ed evita gli sprechi. Inoltre il fatto che sia racchiuso in piccole fiale per una sola applicazione fa in modo che le caratteristiche dei principi attivi siano preservate.

Abbiamo provato questa crema utilizzando tutte le confezioni, quindi per la durata di un mese. Nel nostro caso abbiamo entrambe la pelle è abbastanza secca, con segni di espressione e qualche macchia cutanea.

uniqa dna myfloreschic

La texuture è abbastanza leggera. Non si assorbe velocemente e bisogna massaggiarla per circa un minuto, così da favorire l’assorbimento. La sensazione che lascia è di freschezza e intensa idratazione. La cute risulta liscia e molto morbida al tatto.

Una dose è sufficiente per tutto il volto e per il décolleté. Abbiamo usato la crema restante sulla mani.

Il risultato è stato buono. Certo in un mese non possono succedere miracoli. La pelle però è decisamente più tonica e compatta. Molto più idratata e distesa. Per quanto riguarda le macchie della pelle non abbiamo notato cambiamenti radicali, ma piccoli miglioramenti.

Pensiamo che questa crema sia adatta sicuramente alle pelli più mature. Oltre perché antiage l’abbiamo trovata un po’ troppo “pesante” per le pelli giovani.

Una novità nel mondo beauty è disponibile dallo scorso settembre.

Il costo della confezione con 30 minidosi è di 79 euro. Il trattamento è prodotta da Pea Cosmetics ed è rivenduto presso centri estetici selezionati (trovate l’elenco dei rivenditori sul sito dell’azienda).

La cosa che abbiamo meno apprezzato è la profumazione, un po’ troppo “chimica” per il nostro gusto. Abbiamo preferito applicarla al mattino, così da agevolare l’attivazione dei principi attivi, grazie all’esposizione alla luce. Il siero-crema si presta bene anche come base per il make-up.

Ci siamo ripromesse di ripetere l’esperienza con questo prodotto prima delle vacanze estive. In questo modo potremmo valutare il suo effetto anche dopo l’esposizione al sole (ovviamente proteggendo la pelle del viso con un SPF alto).

Avevate già sentito parlare di questo prodotto? Lo avete provato?

Alla prossima!